Fondazione Villa Emo Onlus
Deutsch
Français
 Español
Pусский
中国

Pubblicato un volume sulla collezione epigrafica della famiglia Emo

 

Villa Emo aggiunge un nuovo tassello al racconto della storia della nobile famiglia veneziana che l’ha edificata oltre quattro secoli orsono. In questo caso l’attenzione è tutta rivolta verso il ramo di San Simeon Piccolo, ovvero la chiesa dalla grande cupola in rame che ci accoglie subito usciti dalla stazione di Santa Lucia a Venezia, e la sua collezione di epigrafi antiche. Il volume di 188 pagine edito dalle Edizioni Accademiche Italiane e in vendita su Amazon, s’intitola La collezione epigrafica della famiglia Emo di San Simeon Piccolo: Un piccolo "ponte" tra due "pilastri" del mondo antiquario settecentesco ed è stato scritto da Simone Urio, giovane laureando in Scienze dell'antichità presso l'Università Ca' Foscari di Venezia. Urio è un giovane studioso di storia in forze nello staff di Villa Emo, ed è proprio durante il tirocinio formativo svolto nel 2014 presso Villa Emo che, imbeccato dal professor Lorenzo Calvelli, decide di mettere mano al progetto di studio delle epigrafi che lo porterà prima alla tesi e poi alla pubblicazione del libro.

 

Il fenomeno del collezionismo antiquario ed epigrafico in Veneto, e in particolare a Venezia, è stato, nel corso degli anni, oggetto di numerosi studi. Allo stesso tempo, questo interesse si è sempre rivolto da una parte a quelle raccolte costituite in prevalenza da determinate tipologie di oggetti, quali statue e opere d'arte; dall'altra, specialmente in campo epigrafico, solamente a quelle collezioni considerate di maggiore importanza. Scopo di questo libro, quindi, è stato quello di ricostruire la storia di una piccola collezione, quella della famiglia Emo di San Simeon Piccolo, dalla sua formazione fino alla definitiva dispersione. A causa della mancanza di studi, anche recenti, che si siano occupati di questa raccolta, è stato necessario ricercare e sfruttare al meglio le poche fonti a disposizione, soprattutto i cataloghi, da cui ricavare il maggior numero di informazioni possibile. Si è voluto in questo modo cercare di donare la dovuta importanza a una collezione che, contrariamente alla tendenza generale del collezionismo antiquario veneziano, riservò maggiore spazio alla componente epigrafica. Spesso anche le piccole cose nascondono in sé un grande valore.

 

La collezione, ora dispersa tra Verona, Pola e Vienna presso il prestigioso Kunsthistorisches Museum, era stata messa insieme dal ramo, attualmente estinto, della famiglia Emo di stanza a San Simeon Piccolo, il cui più celebre e ultimo rappresentate fu Angelo Emo, ultimo Capitano da Mar della Serenissima Repubblica, morto a Malta in battaglia nel 1792.

Condividi su Facebook
Condividi su Twitter
Please reload

Fondazione Villa Emo Onlus

Via Stazione 5, 31050 Fanzolo di Vedelago (TV) | Italy

 

info@villaemo.tv.it - www.villaemo.org

T (+39) 0423 476 334 - F (+39) 0423 487 043

per prenotazione gruppi, visite guidate

info@villaemo.tv.it

 

per eventi, meeting aziendali, sopralluoghi

eventi.villaemo@mondodelfino.it

per comunicazioni con Fondazione Villa Emo

amministrazione@villaemo.tv.it

Villa Emo Sito Unesco
Credito Trevigiano
  • Facebook Villa Emo
  • LinkedIn Villa Emo
  • Instagram Villa Emo
  • Google+ Villa Emo
  • Trip Advisor Villa Emo

Termini e condizioni

Desideriamo farle sapere come conserveremo i suoi dati e per quali finalità. Potrà in ogni momento richiederci la loro cancellazione. Leggi l’allegato.

© 2005 - 2019 Fondazione Villa Emo Onlus

 

Sito gestito da Società Mondo Delfino Coop. Soc.

Sito creato da Italiana Strategie

Il Delfino Servizi