Progetto senza titolo.png

L'OPERA DI ALESSANDRO VITTORIA

LE SCULTURE DI VILLA EMO

Villa Emo, in contrasto con l’importante ciclo di affreschi dello Zelotti, non presenta una particolare o significativa decorazione scultorea. Questa si limita al timpano del frontone principale ad opera dello scultore Alessandro Vittoria e alle statue presenti nel giardino antistante la villa e sotto le barchesse.

Alessandro Vittoria
(Trento 1525 - Venezia 1608)

Lo scultore Alessandro Vittoria nacque a Trento ma si trasferì giovane a Venezia nella bottega di Jacopo Sansovino dal quale apprese il mestiere e grazie al quale partecipò alla prestigiosa decorazione della Scala d'Oro di Palazzo Ducale e realizzò le Cariatidi all'ingresso della Libreria Marciana. In contatto con i più importanti personaggi della Venezia del tempo grazie alla sua abilità come ritrattista, fu uno dei protagonisti dell'attività artistica della città con i suoi stucchi e le sue opere in marmo e bronzo. Decorò la Cappella Grimani a San Sebastiano e scolpì le statue per l'altare della chiesa di San Francesco della Vigna. Collaborò con Palladio nella decorazione di Palazzo Thiene a Vicenza e di Villa Pisani a Montagnana. Al Vittoria è attribuita anche, la concezione della decorazione a stucco e gran parte della sua realizzazione, di Villa Barbaro a Maser e delle sculture sul frontone di Villa Emo a Fanzolo.

1/5

Come nella coeva e poco distante Villa Barbaro di Maser, il timpano del frontone di Villa Emo è decorato ad opera dello scultore di origine trentina Alessandro Vittoria. Se a Villa Barbaro il Vittoria opera per una soluzione fastosa fuori dai canoni geometrici e spaziali, probabilmente anche su richiesta della dotta committenza dei fratelli Daniele e Marcantonio Barbaro, con due sculture decisamente aggettanti e l’inserimento di una scritta nell’architrave del timpano, a Villa Emo il suo interve...

La collocazione delle sculture sul giardino antistante a Villa Emo, risale agli anni venti del Novecento. Questa tesi è supportata dalle considerazioni in merito all'eredità Venier subentrata a Carlo Emo Capodilista nel 1921. Tra i beni ereditati da quest'ultimo c'è infatti la Villa Contarini-Venier di Vò Euganeo e le statue che adornavano il giardino di questa giunsero a Fanzolo tra il 1921 e il 1925 per adornare il giardino. Le sculture, risalenti alla fine del XVI secolo e di mano ignota, sem...

Le Vittorie alate e le statue del giardino non sono le uniche testimonianze scultoree di Villa Emo. Infatti, ascrivibile a questo comparto decorativo c’è anche lo stemma ligneo posizionato sulla parete nord nel salone centrale, a copertura della terza finestra che illuminava l’ambiente. Lo stemma era un tempo collocato sullo specchio poppiero della nave ammiraglia di Angelo Emo (1731-1792), ultimo grande Capitano da Mar della Serenissima Repubblica. L’enorme scultura lignea di circa due metri di...

Please reload

Villa Emo

Via Stazione 5, 31050 Fanzolo di Vedelago (TV) | Italy

 

info@villaemo.tv.it - www.villaemo.org

T (+39) 0423 476 334 - F (+39) 0423 487 043

per prenotazione gruppi, visite guidate

info@villaemo.tv.it

 

per eventi, meeting aziendali, sopralluoghi

eventi.villaemo@mondodelfino.it

Villa Emo Sito Unesco
  • Facebook Villa Emo
  • LinkedIn Villa Emo
  • Instagram Villa Emo
  • Trip Advisor Villa Emo

Termini e condizioni

Desideriamo farle sapere come conserveremo i suoi dati e per quali finalità. Potrà in ogni momento richiederci la loro cancellazione. Leggi l’allegato.

Il Delfino Servizi