Fondazione Villa Emo Onlus
Deutsch
Français
 Español
Pусский
中国

Il PARCO E IL BORGO

IL PARCO DI VILLA EMO

Il giardino che oggi possiamo vedere e visitare presso Villa Emo, non è indubbiamente l'originario palladiano, ovvero il giardino che circondava la villa nel 1560, dopo la sua costruzione da parte di Palladio, anzi la documentazione disponibile traccia un quadro tale da poter ragionevolmente supporre l'esistenza successiva di quattro giardini dalla edificazione della nobile dimora ai giorni nostri.

L'antico borgo di Villa Emo

Uscendo da Villa Emo e attraversando la strada, si trova un gruppo di edifici minori che nell'insieme vengono denominati borgo, questi si sviluppano in continuità in due ali ad est e ovest. L’esistenza di queste strutture è documentata per la prima volta in una planimetria del 1677, inoltre, da recenti studi pare con certezza che l’idea progettuale degli edifici del borgo ovest sia ascrivibile ad Andrea Palladio. Qui trovavano spazio e collocazione tutti i servizi complementari alle attività agricole della villa: le abitazioni per i contadini, i fienili, i granai e i depositi per immagazzinare i raccolti. Attualmente il borgo est versa in stato di abbandono, in attesa di un restauro conservativo e riqualificazione d’uso. Gli edifici del borgo a ovest, invece, restaurati e opportunamente attrezzati sono fruibili dai privati per feste private, matrimoni e manifestazioni sportivo-ricreative per le associazioni del territorio che ne fanno domanda.

1/10
L'ECOSISTEMA DI VILLA EMO

Per un ulteriore approfondimento sull'ecosistema e la biodiversità dell'intero compendio di Villa Emo, e la sostenibilità energetica del sito patrimonio dell'UNESCO, consulta la pagina ECOSISTEMA.

Dell'originario assetto del giardino di Villa Emo non esiste alcuna testimonianza documentaria certa, se non una breve descrizione di Palladio stesso, all'interno del suo celebre trattato I Quattro Libri dell'Architettura, in cui l'architetto afferma: Dietro à questa fabrica è un giardino quadro di ottanta campi Trevigiani: per mezo il quale corre un fiumicello, che rende il sito molto bello, e dilettevole. Purtroppo in questa sommaria descrizione, egli non entra nel particolare, non spendendo p...

Nel 1731, il N. H. Giovanni Emo commissiona al perito Angelo Gattolini di Treviso, la misurazione, elencazione e descrizione di tutti i terreni di sua proprietà presso Piombino, Fanzolo e località confinanti. Del cospicuo lavoro realizzato esiste tuttora una mappa di grandi dimensioni, conservata presso l'archivio Emo Capodilista in villa, relativa alle proprietà della famiglia Emo a Fanzolo e il catasto delle stesse.​ Mentre la prima è una visione a volo d'uccello delle proprietà della famiglia...

Il terzo capitolo dell’evoluzione del giardino di Villa Emo, ha come data il 1868. Di quell’anno si conserva un fascicolo di pochi fogli nell'archivio Emo Capodilista, dall’eloquente titolo: Progetto per giardino e asciugamento terreni, e al suo interno il Progetto di giardino del Cav. Negrin di Vicenza. La rappresentazione dell'intero Piano Generale dei nuovi giardini annessi alla villa in Fanzolo della nobilissima famiglia Emo Capodilista, è opera dell'architetto civile Antonio Caregaro Negrin...

L'analisi di alcune fotografie dei primi anni del Novecento ci permettono ci capire come evolse il giardino progettato dall'architetto Negrin. La foto del 1900 di A. Charvet, pubblicata nella rivista Emporium, a corredo dell’articolo dal titolo La villa di un patrizio veneto di Molmenti, presenta la villa vista dalla barchessa ovest. Si nota che la cedrara d'occidente non esiste più, un grande prato, o forse l'aiuola a forma ellittica progettata dal Negrin per il giardino simmetrico, si estende...

Please reload

Fondazione Villa Emo Onlus

Via Stazione 5, 31050 Fanzolo di Vedelago (TV) | Italy

 

info@villaemo.tv.it - www.villaemo.org

T (+39) 0423 476 334 - F (+39) 0423 487 043

per prenotazione gruppi, visite guidate

info@villaemo.tv.it

 

per eventi, meeting aziendali, sopralluoghi

eventi.villaemo@mondodelfino.it

per comunicazioni con Fondazione Villa Emo

amministrazione@villaemo.tv.it

Villa Emo Sito Unesco
Credito Trevigiano
  • Facebook Villa Emo
  • LinkedIn Villa Emo
  • Instagram Villa Emo
  • Google+ Villa Emo
  • Trip Advisor Villa Emo

Termini e condizioni

Desideriamo farle sapere come conserveremo i suoi dati e per quali finalità. Potrà in ogni momento richiederci la loro cancellazione. Leggi l’allegato.

© 2005 - 2019 Fondazione Villa Emo Onlus

 

Sito gestito da Società Mondo Delfino Coop. Soc.

Sito creato da Italiana Strategie

Il Delfino Servizi